Case study: Medici Senza Frontiere

L’email marketing costituisce oggi un tassello fondamentale della nostra strategia digitale. Riusciamo a raggiungere obiettivi importanti nella raccolta fondi e nella comunicazione. Grazie alle funzioni avanzate di MailUp, i risultati delle campagne sono in costante crescita.
Medici Senza Frontiere

Luca Visone
Head of Digital
Medici Senza Frontiere Italia

Il 21 dicembre 1971, a Parigi, un gruppo di medici reduci dalla tragedia del Biafra e un gruppo di giornalisti decisero di fondare un’organizzazione umanitaria che facesse dell’azione medica e della testimonianza i due pilastri della propria identità: Medici Senza Frontiere. A quasi 50 anni di distanza, MSF è la più grande organizzazione medico-umanitaria indipendente al mondo.

Obiettivi

Per rispondere alle emergenze sanitarie e dare assistenza alle popolazioni vittime di conflitti, catastrofi naturali, epidemie oppure senza accesso a cure mediche, Medici Senza Frontiere si affida alla generosità di cittadini e aziende, le cui donazioni rappresentano oltre il 99% dei fondi raccolti.
Per questo l’organizzazione necessitava di un canale capace di coinvolgere, in prima persona, donatori e potenziali tali, per dare vita al racconto della più grande associazione indipendente di soccorso medico, scritto ogni giorno da circa 30 mila operatori in oltre 70 paesi del mondo.

Strategia

Grazie alla piattaforma MailUp, Medici Senza Frontiere ha messo a punto un flusso di comunicazioni puntuali e personalizzate: email di benvenuto, richiesta di donazione e sostegno, ringraziamento e riepilogo delle offerte. Fondamentali strumenti per coltivare il dialogo in modo continuativo e instaurare un legame di fiducia. Le funzioni avanzate della piattaforma MailUp hanno permesso a Medici Senza Frontiere di:

  • segmentare i destinatari, raggruppandoli in donatori regolari, occasionali e potenziali, a loro volta suddivisi per interessi personali e per profilo socio-demografico;
  • raccontare con le tecniche di digital storytelling le notizie e le attività degli operatori MSF in tutto il mondo, grazie a email dal design professionale e ottimizzato per mobile;
  • creare differenti call to action per diversificare le richieste (donazione singola, condivisione o approfondimento del contenuto), a seconda della comunicazione attivata;
  • mettere a punto A/B test per individuare quali elementi di una campagna (oggetto, immagine e call to action) potessero ottenere migliori tassi di apertura e clic.

  • Abbandoni di donatori regolari

    -17%
  • Aumento della quota di donazione

    +18%
  • Donazioni una tantum

    +14,2%
  • Medici Senza Frontiere
  • Risultati


    Le nuove campagne di raccolta fondi si sono tradotte in successo: l’attrition rate – la percentuale di abbandono dei donatori regolari – ha imboccato una curva discendente, fino a toccare -17%. La tendenza inversa ha invece sospinto il tasso di upgrading, ossia il numero di donatori regolari che hanno incrementato le offerte periodiche, a +18%; allo stesso modo le extradonazioni (dette anche donazioni una tantum) sono incrementate del +14,19%

Best Practices
  • Suddividi i donatori in regolari, occasionali e simpatizzanti, per inviare comunicazioni su misura e ritagliate sul comportamento di ciascun contatto.
  • Traccia le performance delle tue campagne, prima e dopo il recapito, grazie agli A/B test e ai report statistici dettagliati.
  • Configura i filtri su aperture e clic, e invia campagne di recall ai destinatari meno reattivi alle comunicazioni precedenti.