Comunicati stampa
22 maggio 2018 | di MailUp

MailUp lancia un nuovo set di funzioni, per importare contenuti esterni nell’editor BEE e inserirli come moduli – dal layout predefinito e ottimizzato – all’interno dell’email

Scarica il comunicato stampa

MailUp lancia la versione della piattaforma arricchita di nuove funzioni, le sorgenti di contenuto e i moduli personalizzati, dedicati alla gestione e automazione dei processi di creazione dell’email. Pensate per restituire alle aziende un sistema flessibile e intuitivo, le nuove funzioni consentono di semplificare e automatizzare la creazione di email e newsletter aggiornate a ogni nuova pubblicazione sul blog, sul sito o sul catalogo e-commerce.

Introdotte in aprile, le sorgenti di contenuto sono state ampliate per consentire il caricamento, oltre che di feed RSS e Atom, anche di file csv, json e zip. Particolarmente utili per gli e-commerce e le realtà con blog e sito web costantemente aggiornati, le sorgenti rendono immediato il caricamento di contenuti in piattaforma, con la possibilità di automatizzare la creazione e l’invio dell’email.

A integrazione e sviluppo delle sorgenti, i moduli personalizzati rendono disponibile all’interno dell’editor BEE i contenuti caricati attraverso la sorgente. Dal layout predefinito e ottimizzato, i moduli personalizzati possono essere inseriti nel corpo dell’email con semplici operazioni di trascinamento e rilascio, con la possibilità di ritoccarne immagini, testi e call to action.

Per conoscere nel dettaglio tutte le novità della piattaforma, è possibile consultare il post dedicato. La nuova versione è disponibile per tutti i clienti MailUp e per gli utenti della piattaforma di prova, che può essere richiesta gratuitamente alla pagina dedicata del sito.

Stefano Branduardi​, Marketing Director di MailUp, commenta: “Il marketer di oggi ha poco tempo a disposizione, standard esigenti e pochissimo margine di errore. Facciamo un esempio: per un e-commerce che deve lanciare una nuova collezione, sarebbe di enorme utilità poter contare su dem che vengono popolate in automatico con i nuovi prodotti, richiamando prezzi, immagini, link alla pagina del sito. Con il rilascio di oggi tutto questo diventa realtà: è possibile gestire dentro l’editor BEE i contenuti residenti su piattaforme esterne, già ottimizzati per essere trascinati con una semplice gesto all’interno del messaggio. Un fondamentale set di funzioni per i brand che vogliono convertire l’email automation nella pratica di tutti i giorni”.

Scarica il comunicato stampa