16 Aprile 2019

MailUp per Greenpeace Italia: al via il progetto di consulenza ritagliato sugli obiettivi di retention

La realtà del no profit si è affidata a MailUp per sviluppare una strategia su misura finalizzata al mantenimento e alla fidelizzazione dei donatori, grazie a interventi mirati nella gestione dei dati, nel donor journey e nella rilevanza delle email.

Scarica il comunicato stampa

MailUp comunica lo sviluppo di un progetto di consulenza di Email Marketing dedicato a Greenpeace Italia, l’organizzazione no profit impegnata in campagne per la protezione e la tutela dell’ambiente, attraverso la denuncia dei problemi e la promozione di soluzioni alternative sostenibili, in un confronto pacifico, diretto e creativo.

Oltre all’infrastruttura di invio,Greenpeace Italia necessitava di unteamdi consulenza che definisse emettesse a punto una strategia dedicata agli obiettivi di retention, quell’insieme di attività focalizzate sul mantenimento ela fidelizzazione dei donatori.

Per raggiungere gli obiettivi, MailUp èintervenuta su più livelli: sui dati, impegnandosi in un’attività disincronizzazione e data enrichment,che consente all’organizzazione di disporre di maggiori informazioni sullecause ambientali di interesse per ciascun donatore; nella personalizzazione delle email, grazie a un nuovo layout dotato dicontenuti dinamici in grado di modulare il messaggio in base al singolo donatore,a intero beneficio del grado di commitment e dei tassi di conversione; nell’automazione dei flussi, grazie allamessa a punto di workflow che – intrecciando email e SMS – consentono aGreenpeace Italia di coltivare il rapporto con i donatori lungo due step delfunnel: il benvenuto e il giorno del compleanno.  

La relazione con Greenpeace Italiarappresenta per MailUp un’operazione di consolidamento in un settore che trovanell’email uno dei principali canali per la raccolta delle donazioni: nel 2015 l’EmailMarketing ha rappresentato per il mondo no profit il 29% di tutti i ricavi online, secondo il report Benchmarks X: The 2016 M+R Benchmarks Study.

Stefano Branduardi​, MarketingDirector di MailUp, commenta: “L’iniziodella nostra collaborazione con Greenpeace Italia risale a qualche anno fa, edera limitata all’infrastruttura di invio. Oggi contribuiamo alle attività diGreenpeace Italia con i nostri servizi consulenziali, basati su team di personee competenze che ritagliano per l’organizzazione soluzioni e strategie ad hoc,sviluppate a partire da specifici obiettivi. Per il 2019 ci concentreremo sullafase di retention, un livello del funnel che – implicando minori investimentirispetto all’acquisizione di nuovi donatori – consente di trattenere eincrementare le donazioni di chi già combatte per la causa ambientale diGreenpeace”.

Sira Bertarelli, Head of Retention and Donors Development di Greenpeace Italia, commenta: “La collaborazione tra Greenpeace e MailUp è iniziata nel 2015. Cercavamo una piattaforma di email marketing intuitiva e versatile e siamo rimasti fin da subito soddisfatti nella nostra scelta. Dopo quattro anni sentivamo la necessità di rivedere e migliorare le nostre attività e abbiamo deciso di affidarci all’area Agency di MailUp per un programma customizzato in base alle nostre esigenze. La digital communication sempre più in ottica multicanale è una leva strategica negli obiettivi di retention ed engagement di Greenpeace Italia. MailUp ha pensato per noi a diverse soluzioni, per arricchire il nostro database, costruire i nostri modelli con Bee, gestire i destinatari inattivi e migliorare i nostri workflow automatici. Con il supporto degli esperti di MailUp ci poniamo l’obiettivo di rendere più efficaci le nostre comunicazioni, attraverso contenuti diversificati in base alle specifiche aree di interesse, migliorando così non solo il tasso di apertura e le interazioni ma anche il livello di commitment dei nostri donatori. Puntiamo molto su questo progetto e abbiamo grandi aspettative. Confidiamo di raggiungere i risultati prefissati e consolidare il nostro rapporto con MailUp”.

Scarica il comunicato stampa

Scarica il comunicato stampa