Price Sensitive
29 luglio 2014 | di Iris Gavazzi

MailUp vola nel giorno del debutto su AIM (+22%)

MailUp S.p.A. detentrice della piattaforma leader di mercato in Italia per  l’invio  di  email  e  SMS,  informa che  in data  odierna  sono  iniziate  le negoziazioni  delle  proprie  azioni  ordinarie  su  AIM  Italia, Mercato Alternativo del Capitale  organizzato  e  gestito  da  Borsa  Italiana.  (Ticker:  MAIL  IT0005040354)

Nel  giorno  del  debutto  all’AIM  Italia,  MailUp  S.p.A.  registra  un  rialzo  del  22,24% rispetto  al  prezzo di quotazione.  Con  la  IPO  la  società  ha  collocato  sul  mercato  1,2 milioni di azioni interamente in aumento di capitale.

Il  primo  prezzo  è  stato  pari  a  3  euro,  con  un  rialzo  del  20%  rispetto  al  prezzo  di collocamento di 2,50  euro. Il  titolo  ha  scambiato  nella  prima  giornata  25.800  azioni, raggiungendo  una  capitalizzazione pari  a  circa  24,4 milioni  di  euro  e  ha  chiuso  la seduta  a un prezzo di 3,056 in rialzo del 22,24%. Il flottante è pari al 15% dell’intero capitale. Il capitale raccolto sarà investito dalla società in attività di marketing & sales e  nello  sviluppo  tecnologico della  piattaforma  per  integrarla  con  i  sistemi  di ecommerce e CRM.

Nell’operazione  la  società  è  stata  assistita  da  Integrae  SIM  in  qualità  di  Nomad  e Global coordinator, da Advance  Advisor  quale  consulente  finanziario,  dallo  Studio Chiomenti in veste di consulente legale e dal revisore legale dei conti Mazars S.p.A.  Integrae SIM agirà quale specialist ai sensi del Regolamento Emittenti AIM Italia.

A valle dell’operazione di IPO, la composizione azionaria della società è la seguente: Al termine della cerimonia di quotazione, Nazzareno Gorni CEO di MailUp S.p.A. ha dichiarato: “La  quotazione su  AIM  è  un  punto  di  partenza  e  non  di  arrivo,  perché  ci permetterà  di  innovare e crescere  in  modo flessibile,  in  un  mercato  sempre  più caratterizzato dalla globalizzazione e dall’aumento della pressione competitiva”.

Soddisfatti  anche  Massimo  Grosso,  Managing  Partner  di  Advance  Advisor,  consulente finanziario dell’Emittente e Salvatore Genovese di Integrae SIM.

Qualità  degli  investitori  in  IPO  e  successivo  apprezzamento  da  parte  del  mercato: sono  questi  gli ingredienti  che  hanno  consentito  a  MailUp  di  registrare  nel  primo giorno  di  quotazione  la  miglior performance  di  prezzo  tra  le  matricole  di  Borsa  del 2014” ha precisato Massimo Grosso.

La  storia  di  MailUp  è  un  esempio  concreto  di  come  le  PMI  con  alte  potenzialità possano finanziare  il proprio  percorso  di  crescita  grazie  a  mercati  come  AIM,  senza ricercare altre tipologie di finanziamento. MailUp attualmente non ha debiti; dall’anno della sua fondazione ha sempre autofinanziato la propria crescita, quintuplicando negli ultimi  4  anni  il  proprio  giro  d’affari.  Sono  queste  le  equity  stories che piacciono  al mercato” ha aggiunto Salvatore Genovese.

Scarica il comunicato stampa 37cs_MailUp_29_07_14.pdf