Email marketing

Fare marketing con le email. Può essere inteso sia come uso dell’email per costruire una relazione e fidelizzare la cliente, sia come marketing diretto (direct marketing) che utilizza la posta elettronica come mezzo per inoltrare comunicazioni o offerte commerciali. In senso lato qualunque email inviata a un lead, un prospect o un customer, può essere considerato email marketing. Solitamente il termine indica invio di email ai seguenti scopi:
  • Comunicare informazioni.
  • Migliorare la qualità del rapporto tra azienda e clienti.
  • Fidelizzare i clienti stessi.
  • Acquisire nuovi clienti.
  • Indurre il destinatario del messaggio a compiere un’azione desiderata (iscrizione a un form di contatto, richiesta di ulteriori informazioni, inoltro di un ordine, acquisto, risposta ad un questionario)
  • Introdurre propri elementi pubblicitari nelle email inviate da aziende terze ai loro clienti.

La Matrice dell'Email Marketing Fig. 1. Grafico tratto dalla presentazione ABC dell’Email marketing

L’email marketing può però anche essere inteso come la possibilità di sfruttare ogni email che esce dall’Azienda per fare marketing: ad esempio banalmente inserendo, nel piè di pagina di ogni messaggio, un testo promozionale, o un invito a registrarsi alla newsletter. Pensiamo ad esempio a un’azienda che abbia un servizio clienti, che risponde ogni giorno a richieste di supporto. Inserire al fondo di ogni risposta inviata la promozione su un nuovo prodotto, è una semplice ed economica forma di email marketing. L’email marketing eseguito su una propria lista di nominativi, raccolti nel tempo dall’azienda tramite sito web, fiere, eventi, relazioni commerciali dirette, etc. è sicuramente una modalità che può portare a risultati importanti, già dopo i primi invii, anche se gli indirizzi email sono pochi. E’ possibile fare email marketing anche su liste “affittate”, cioè andando da editori (es. portali, community, enti fieristici…) che detengono grandi e profilati database di indirizzi email. Questi editori danno la possibilità di inviare un messaggio pubblicitario al proprio database. Ovviamente non forniscono l’elenco delle email: è l’editore che riceve il messaggio e lo invia al proprio database di email, fornendo tipicamente il risultato dell’invio in termini di OR e CTR.

Il Processo Virtuoso dell'Email Marketing. Fig. 2. Grafico tratto dalla presentazione ABC dell’Email Marketing

Di preferenza il flusso degli invii dovrebbe essere rivolto ad un target mirato e qualificato. Inoltre lo stesso dovrebbe rivolgersi ad un target autorizzato. I destinatari possono essere selezionati in base a numerosi parametri: età, sesso, professione, reddito, livello d’istruzione o provenienza geografica. Altri parametri importanti, accanto alla profilazione degli utenti, sono la quantità di email inviate, le caratteristiche delle email stesse, i costi e la velocità d’invio. Per ulteriori informazioni su questi argomenti si consiglia di visitare i link riportati a fondo pagina. Negli Stati Uniti come nei Paesi europei o nelle economie emergenti, l’email marketing è un genere di advertising che riscuote un sempre maggior successo. Indicazioni utili alla stesura di un’email atta ad ottimizzare il rapporto recapito/invio sono disponibili all’interno della seguente pagina: Comunicazione via email › Per approfondimenti sulle “Risorse sull’email marketing” visitare il link: Risorse ›
  • OVS
  • LoveTheSign
  • Yamaha
  • BPM