Whitelist

Una whitelist è una lista di IP/Domini/Caselle email che un amministratore di rete, un ISP o un singolo utente ritiene accettabili quali mittenti di email che egli riceve e che non vengono spostati nel trash folder. I filtri anti-spam dispongono di entrambe le liste di mittenti (bianca e nera) oltre che una lista di parole chiave da ricercare nelle email. Se un filtro di spam accetta una whitelist, le email inviate dagli indirizzi IP, dai domini o dagli indirizzi email contenuti in essa saranno sempre consentiti. Alcuni ISP dispongono di whitelist da utilizzare per filtrare le email inviate ai loro clienti. Gli ISP ricevono richieste da compagnie legittime che chiedono loro di aggiungerle alle loro whitelist.

Esempio di servizio di controllo blacklist Fig. 1. Esempio del servizio Openrbl.org che permette di verificare che un IP sia inserito in una blacklist o in una whitelist (in blu).

Solitamente le compagnie pagano per un certo periodo per essere autorizzate a inviare email ai loro clienti oppure pagano in base ai reclami ricevuto via ISP dai loro clienti. I loro pagamenti in base ai reclami crescono progressivamente. Ad esempio i primi dieci reclami costano ‚ā¨ 100, successivi dieci ‚ā¨ 200. Questi fondi vengono poi utilizzati dagli ISP per trovare programmi antispam che prevengano email non desiderate. Se una whitelist √® “esclusiva” verranno inoltrate soltanto email presenti all’interno di tale lista. Se una lista √® “non esclusiva”, essa impedir√† che certe email vengano cancellate o inviate ad un junk folder per opera di un filtro anti-spam. Generalmente soltanto utenti finali imposteranno un filtro antispam per cancellare email da fonti che non facciano parte di una whitelist, a meno che non si tratti di ISP o altri servizi email. Utilizzare whitelist e blacklist pu√≤ aiutare nel bloccare messaggi non desiderati riducendo l’incidenza di falsi positivi (email legittime bloccate come spam), basati sul presupposto che le email maggiormente legittime proverranno tutte da un ridotto numero di mittenti. Per bloccare un’elevata percentuale di spam, i filtri delle email devono essere continuamente aggiornati dal momento che i mittenti di messaggi spam creano incessantemente nuovi indirizzi o nuove parole chiave per inoltrare le loro email. L’opposto di una whitelist √® una blacklist.
  • OVS
  • LoveTheSign
  • Yamaha
  • BPM