21 Dicembre 2018

Si chiude MailUp Marketing Conference, la due giorni animata da 29 speaker e 400 ospiti

Hanno assistito all’evento realtà come TIM, Banco BPM, Philip Morris, Prénatal Retail Group. Nella platea di 400 ospiti, 113 manager che hanno esplorato logiche, scenari e tecnologie di Marketing Conversazionale.Si è svolta nelle giornate di giovedì 29 e venerdì 30 novembre la MailUp Marketing Conference 2018, la seconda edizione dell’evento dedicato al Digital Marketing nelle sue diverse declinazioni.Suddivisa in due giornate – bootcamp e conferenza –, MailUp Marketing Conference 2018 si è focalizzata sul Marketing Conversazionale, con l’obiettivo di esplorarne le logiche, gli scenari e le tecnologie.Alla due giorni hanno preso parte realtà come TIM, Banco BPM, Philip Morris, Prénatal Retail Group. Tra i 400 partecipanti, preponderante la presenza di manager e C-level aziendali (circa il 30% dei presenti), con una rappresentanza maggioritaria di aziende medio-grandi, a testimonianza dell’attenzione verso le nuove frontiere del Digital Marketing e l’inclinazione all’aggiornamento delle competenze.Il bootcamp ha offerto ai circa 100 partecipanti esercitazioni, question time e interventi dedicati a temi diversi e correlati: Brand Positioning, SEO, Intelligenza Artificiale, Growth Hacking e Conversion Rate Optimization.La conference, nell’iconico Palazzo Mezzanotte, ha offerto ai 400 partecipanti un percorso che si è snodato lungo tre momenti principali, che ricalcano gli step necessari alla trasformazione conversazionale.Pensiero, per comprendere il mindset con cui approcciare l’innovazione grazie ad alcune analisi: il grado di adozione delle logiche omnicanali in Italia (Nicola Spiller dell’Osservatorio Omnichannel Customer Experience); il concetto di conversational computing (Chris Messina); il Design Thinking e i suoi metodi applicativi (Claudio Dell’Era, Luca Mascaro e Stefan Manastirliu); i dati da padroneggiare (Armin ZadakBar di The Armin Bar), il mindset di uno sportivo davanti alle sfide (Alex Bellini).Sfida, per comprendere frontiere tecnologiche e trasformazioni aziendali da affrontare. Sotto la lente l’evoluzione del rapporto tra Sales e Marketing (Ennio Favarato di Bip), il percorso verso l’omnicanalità di Eataly (Laura Corallo), le strategie di proximity marketing (Erica Landonio di UALA), il commercio conversazionale cinese (Santiago Mazza di Digital Retex), l’ascesa del marketing predittivo (Bas Nieland di Datatrics).Azione, per individuare la strategia con cui perseguire la crescita, grazie a interventi dedicati al canale Messaging Apps di MailUp (Massimo Arrigoni e Alessandra Sessa), all’evoluzione degli assistenti virtuali (Giuseppe Rizzo), al contributo dell’Intelligenza Artificiale (Gianluca Maruzzella di Indigo AI e Ale Agostini di AvantGrade) a alle avanzate tecnologie conversazionali (Andrea Ghizzoni di WeChat).Maggiori informazioni, immagini e video dell’evento disponibili sul sito.Stefano Branduardi​, Marketing Director di MailUp, commenta: “Quello che ci siamo proposti con la MailUp Marketing Conference di quest’anno era di offrire una panoramica chiara su un tema così rilevante ma poco discusso, come il Marketing Conversazionale. Crediamo che il racconto si basi sull’esperienza e, per questo motivo, abbiamo cercato di creare un percorso scandito per tappe consequenziali l’una propedeutica all’altra, creato da chi, ogni giorno, affronta queste tematiche in prima persona. La speranza è di esserci riusciti, di aver portato alle aziende consapevolezza, strumenti, conoscenze. Un ringraziamento va a loro per aver creduto nella nostra visione, agli speaker per aver portato carisma e know-how, agli sponsor, ai media & technical partner e a tutti quelli che hanno dato il proprio contributo”.Scarica il comunicato stampa
Scarica il comunicato stampa