Proteggi la qualità dei tuoi invii

Migliora i risultati delle campagne con la gestione automatica degli errori di recapito. Perché il successo passa per la qualità del tuo database.

Importazione senza errori

Importazione senza errori

Hai raccolto una gran mole di contatti in occasione di fiere e altri eventi? MailUp processa in automatico l’elenco degli indirizzi email importati e individua eventuali errori sintattici e di battitura. E sei pronto per lanciare una nuova campagna.

Le email che ritornano diventano strategiche

MailUp identifica e gestisce automaticamente gli errori di recapito. Sono 16 le categorie di errore individuate, con algoritmi di riconoscimento di alto livello. Ecco le più comuni.

  • Hard Bounce

    Il server mail non è in grado di recapitare il messaggio (per esempio: 550 Mailbox not found).

  • Soft Bounce

    Il server mail non è temporaneamente in grado di recapitare l'email (Mailbox size exceeds quota, Host not found).

  • Transient Bounce

    Il server mail non è temporaneamente in grado di recapitare il messaggio, ma è in corso un ulteriore tentativo.

  • Mail Block

    Notifica che il server di destinazione sta bloccando i messaggi provenienti dal server di invio.

  • Unsubscribe/Remove

    Segnala che il destinatario ha richiesto di essere rimosso da ogni futuro invio di comunicazioni.

  • Challenge-Response

    Viene richiesta la verifica del mittente, per accertarsi che sia una persona reale e non un sistema automatizzato.

Feedback loop? Li gestisci in automatico

Grazie all'accordo di MailUp con i principali client di posta (Yahoo!, AOL, Hotmail e altri) ricevi una notifica quando un tuo contatto clicca sul bottone "Posta indesiderata" e disiscrive automaticamente l'indirizzo. L'elenco dei destinatari che hanno compiuto questa azione è modificabile ed esportabile.

Feedback loop? Li gestisci in automatico

Una gestione degli errori ancora più efficace

Analisi dei rimbalzi da POP
Analisi dei rimbalzi da POP

Puoi analizzare i messaggi rimbalzati da un account POP relativamente ai soli ritorni. Così modifichi e personalizzi il cosiddetto “envelope-sender”, ovvero l’indirizzo del server che spedisce i messaggi.

Riconoscimento X-header
Riconoscimento X-header

Puoi ricevere in copia tutti i ritorni processati su qualsiasi casella email definita dal cliente, grazie alla funzione di riconoscimento X-header (intestazione X). Con MailUp gli errori sono davvero sotto controllo.